Coltivare la Felicità - Consapevolezza e Benessere
SEMINARIO SULLA RICERCA DI LAVORO PALERMO 26 GIUGNO 2017
Seminario sulla Ricerca di Lavoro 26/06/2017
26 Giugno 2017
Settimana del Benessere Psicologico
Settimana del Benessere Psicologico – prenota un incontro gratuito!
2 Ottobre 2017
Show all

Coltivare la Felicità

Se pensi che quando otterrai
“quella cosa che desideri”
allora sarai per sempre felice, ti stai sbagliando!
La felicità va coltivata!

La felicità sembra una chimera irraggiungibile per molti.

Si pensa che sia una condizione stabile da raggiungere, e che una volta ottenuta non si perda più. Peccato però che sembra di non raggiungere mai questo traguardo.

Questo perchè la felicità non è una condizione stabile e immutabile.

Non la si raggiunge davvero quando otteniamo ciò che vogliamo, come siamo portati a credere, soprattutto se si tratta di beni materiali. E non è neanche qualcun altro che può renderci felici.

Perchè la felicità non è un qualcosa che può arrivare dall’esterno.

Deve necessariamente venire dall’interno. E allora dobbiamo chiederci: come faccio a sentirmi felice?

La felicità è una percezione interna.

E’ relativamente inutile cercare di raggiungere la felicità attraverso il raggiungimento di qualcosa che non è dentro di noi. Perchè sì, molte cose che desideriamo, quando le otteniamo ci danno un momento (o magari un periodo, se siamo fortunati) in cui ci sentiamo contenti e appagati.

Ma poi, quella sensazione di vuoto, di mancanza, di infelicità ritorna.

Vi è mai capitato di aver raggiunto uno dei vostri obiettivi più grandi (per esempio sposarvi con la donna/l’uomo che amate, ottenere un lavoro che desideravate, comprare un oggetto che volevate a tutti i costi) e poi dopo un primo momento di ebbrezza e “felicità” vi siete sentiti ancora infelici?

Questo perchè quella sensazione di felicità in realtà era un’appagamento parziale dei vostri desideri. Non è questo che vi rende felici, non direttamente almeno.

La differenza è sottile ma sostanziale: potete essere felici per ciò che accade fuori di voi, ma solo se siete felici dentro di voi.

So che è un po’ difficile da capire, quindi cercherò di spiegare meglio questo concetto.

La felicità può scaturire solo all’interno di noi stessi, e perchè ciò accada dobbiamo rendere il nostro “terreno” fertile. Come se fossimo un orticello, dobbiamo COLTIVARE la nostra felicità, dentro di noi, fare in modo che nel nostro orto possa svilupparsi e crescere.

Se dentro di noi riusciamo a coltivare la felicità, saremo sempre più “capaci” di essere felici. Ed inoltre, la nostra felicità non sarà più condizionata al raggiungimento di qualcosa che è esterno a noi (e che quindi non possiamo completamente controllare).

Non voglio assolutamente dire che è sbagliato e inutile (anzi!) perseguire e raggiungere i propri obiettivi, ma che bisogna imparare a coltivare la felicità dentro se stessi e far sì che essa non dipenda soltanto dall’esterno.

Non è meglio liberarsi dall’illusione che qualcosa al di fuori di noi possa renderci felici, per ritrovarci inevitabilmente disattesi e delusi?

Allora, come facciamo a coltivare la felicità dentro di noi?

COME COLTIVARE LA FELICITA’

Dobbiamo agire su più piani. Non è qualcosa di immediato, ma ne vale assolutamente la pena.

  1. SVILUPPARE LA CONSAPEVOLEZZA CHE NON DIPENDE DA QUALCOSA DI ESTERNO A NOI: dobbiamo ricordarci sempre che non è quel qualcosa all’esterno che ci renderà felici: il fidanzato, la macchina nuova, un lavoro, un oggetto che desideriamo, un viaggio che vogliamo fare, etc etc…
  2. SVILUPPARE L’OTTIMISMO: l’ottimismo si può sviluppare, attraverso una serie di cambiamenti interiori, per i quali bisogna attivamente lavorare su di sé
  3. ESSERE SEMPRE CARICHI DI ENERGIA: tutto ciò che facciamo, lo facciamo con la nostra energia. E’ il nostro carburante. Molte cose però ci fanno perdere energia a fiumi, e spesso ci ritroviamo scarichi, stanchi, spossati e demotivati…e molto spesso la “rubiamo” agli altri, proprio per questo. Quindi questo passo è fondamentale per ogni aspetto della nostra vita. Dobbiamo cercare di non perdere e sprecare la nostra energia, e imparare a ricaricarci continuamente. Senza carburante la macchina non può muoversi!!
  4. COLTIVARE LA POSITIVITA’: aspettare che le cose “belle” vengano sul nostro cammino non è un buon metodo. Certo può accadere, ma è meglio se facciamo noi in modo che esse ci siano nella nostra vita. Allora, dobbiamo coltivare la positività: sia facendo sì che nella nostra vita ci siano cose che ci mettono il buonumore e che ci facciano stare bene e “su”, sia eliminando i pensieri e gli umori negativi che stiamo coltivando dentro di noi e iniziando invece a coltivare regolarmente quelli positivi. A parole sembra semplice, ma all’inizio può risultare difficile. Cerchiamo un aiuto allora!
  5. COLTIVARE LA GRATITUDINE: quando siamo insoddisfatti e ci sentiamo infelici, è come se indossassimo degli occhiali da sole con le lenti scure, e guardassimo tutto con queste lenti, pensando che tutto sia davvero così buio. Ci lasciamo sfuggire e non diamo sufficiente attenzione alle cose belle che ci capitano nel nostro cammino. Anche le piccole cose hanno valore, e certe volte forse anche più di altre. Dobbiamo quindi abituarci ad osservare noi stessi e la nostra vita, e dare valore ed essere grati per ogni cosa bella che ci è capitata. Potrebbe essere un sorriso che abbiamo ricevuto, un gesto cordiale, un complimento, il raggiungimento di un obiettivo che ci eravamo prefissati, o l’aver avuto quel momento di relax per noi, all’interno della giornata. Osservate meglio ciò che vi accade, e senza gli occhiali neri!
  6. SVILUPPARE IL NOSTRO “SE'”: la nostra anima, la nostra essenza, ciò che ci rende ciò che siamo, e che ci collega al resto dell’universo. Dobbiamo avere l’ambizione di sviluppare noi stessi a 360°, raggiungere la nostra massima realizzazione. Questa è la sfida più grande di tutte, ma vale la pena!
  7. GIOIRE: gioite più spesso! Sembra quasi che gioire sia diventato un tabù in questa società. Gioire fa bene! Meglio sorridere anche senza motivo, anche di proposito, sforzandosi, che non farlo affatto!

Provate con queste indicazioni che sono generali e vanno bene per tutti.

Al giorno d’oggi essere felici sembra un’impresa difficile. E noi stessi poniamo resistenza al cambiamento e quindi anche alla felicità. Perciò ci sono tante altre cose che servirebbero, che possono variare per ciascuno di noi, come combattere la resistenza al cambiamento, superare la depressione, cambiare la nostra prospettiva, liberarci dai pensieri ossessivi negativi e dalle preoccupazioni, migliorare la nostra personalità…

Si può agire su tanti livelli, ma la cosa che è importante è VOLERLO E AGIRE ATTIVAMENTE.

FAI DI TUTTO PER ESSERE FELICE,
INVECE CHE CONCENTRARE TUTTA LA TUA VITA SOLTANTO AD OTTENERE QUESTO O QUELLO
O PEGGIO A LASCIARTI ANDARE SENZA UNA DIREZIONE E UNO SCOPO!

Tu sei il migliore investimento che puoi fare!

Continua a seguirmi e condividi questi articoli!

Se l’articolo ti è piaciuto e vuoi saperne di più, continua a seguirmi!

Mi trovi anche su Facebook e Telegram.

Dott.ssa Di Leonardo Manuela
Dott.ssa Di Leonardo Manuela
Sono una Psicologa del Benessere e del Lavoro, Professional Coach, Trainer, Web Manager. Mi occupo di consulenza e sostegno psicologico, coaching, orientamento scolastico e professionale. Svolgo colloqui individuali su appuntamento, in studio a Palermo e online. Svolgo anche dei corsi per la promozione del benessere, per il raggiungimento degli obiettivi e per la ricerca attiva del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.